Una doppia foratura priva Luca Hoelbling del podio al 1° Rally della Valpolicella - Luca Hoelbling

Una doppia foratura priva Luca Hoelbling del podio al 1° Rally della Valpolicella

11.06.2018 – Si è chiusa con un quinto posto assoluto la partecipazione di Luca Hoelbling al 1° Rally della Valpolicella, corso nel weekend sulle colline nei dintorni di Negrar (Verona).

Il pilota veronese, al volante della SKODA Fabia R5 di S.A. Motorsport Italia per i colori della Scuderia Car Racing, era alla seconda gara su asfalto della sua stagione sportiva 2018, navigato in questa occasione da Mauro Grassi. Fin dall’inizio della prima tappa, Hoelbling ha subito dimostrato un passo decisamente convincente che gli ha permesso di assicurarsi un ruolo nella lotta per il podio in una gara da tutti definita molto difficile che ha visto al via ben nove vetture di classe R5.

Nei primi chilometri della PS4, l’ultima della prima tappa, nell’affrontare una curva verso sinistra che sulle note prevedeva la possibilità di tagliare, Hoelbling ha urtato una pietra nascosta insidiosamente tra l’erba che ha tagliato entrambi gli pneumatici di sinistra. Il pilota veronese, avendo una sola ruota di scorta a bordo, ha proseguito fino a fine prova, arrivando sui cerchi e perdendo oltre un minuto in classifica generale.

Dopo il riordino notturno, Hoelbling è ripartito dall’ottavo posto e si è lanciato nella seconda tappa determinato a recuperare quanto più possibile. Grazie al perfetto set-up della vettura e ad una guida precisa ed efficace, il pilota della Scuderia Car Racing ha realizzato dei tempi decisamente positivi che gli hanno permesso di scalare tre posizioni e chiudere al quinto posto assoluto sul traguardo di Negrar, davanti ad un pubblico numeroso e appassionato.

Luca Hoelbling:
“Non è stata una gara facile, le due prove lunghe erano veramente toste, con molti tratti stretti e tortuosi dove occorreva grande precisione. Al netto di quanto ci è successo sabato, ho fatto una buona gara, non è facile tornare ad adattarsi sull’asfalto dopo tanti chilometri sulla terra, ma la macchina mi ha restituito un grande feeling e Mauro è stato sempre impeccabile, così come tutti i ragazzi della S.A. Motorsport Italia. Certamente mi dispiace per la foratura, senza la quale avrei potuto sicuramente giocarmi un posto sul podio, ma durante le ricognizioni non avevamo notato la pietra, e quindi ho tagliato la curva convinto di non trovare ostacoli. Nel momento in cui ho realizzato che l’avremmo colpita non c’è stato modo di evitarla, anche se forse abbiamo pagato per questa svista un prezzo troppo alto. Faccio sicuramente i miei complimenti agli amici del Rally Club Valpolicella, alla prima esperienza come organizzatori di un rally, hanno disegnato un percorso molto tecnico e ho visto tanta gente sulle prove speciali”.

Luca Hoelbling tornerà in gara dal 7 al 9 settembre per il 1° Rally d’Abruzzo che vedrà il pilota veronese confrontarsi nuovamente con il suo fondo preferito, lo sterrato.